Credo – Il Vangelo del 27 aprile – Giovanni 14,7-14

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 14,7-14.

Se conoscete me, conoscerete anche il Padre: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». 
Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». 
Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? 
Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere. 
Credetemi: io sono nel Padre e il Padre è in me; se non altro, credetelo per le opere stesse. 
In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre. 
Qualunque cosa chiederete nel nome mio, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. 
Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

Una promessa molto impegnativa, quella che Gesù ci fa oggi nel Vangelo. Ma io credo sia vera. E questo fà la vera differenza nella mia vita. Le difficoltà, le incertezze, la paure ci sono anche nella mia vita, perchè sono un peccatore e non posso fino in fondo emendarmene. Ma io so che l’ultima parola è la Sua, e non la mia, purchè lo lasci libero di agire.

Credo, Signore, ma tu aiuta la mia poca fede. Amen.