Su Charlie, che muore, Iceberg, che vive, di pulcini e bambini

Il ministro degli Esteri italiano si dice felice perchè la femmina di Dogo argentino, Iceberg, non sarà abbattuta in Danimarca. Giusto.

Charlie, Iceberg, Vegani
Charlie, Iceberg, Vegani

Il ministro degli Esteri italiano e non solo, non dice una parola sul caso di Charlie Gard. Meglio. Forse se parlasse dovrebbe solo dire che le sentenze della Corte di Strasburgo, che lo condannano a morte, vanno rispettate. Sbagliato.

Charlie, Iceberg, Vegani
Charlie, Iceberg, Vegani

Leggo di una vegana su Internet, spiega che i vegani non mangiano uova perchè sono potenziali pulcini, quindi vita animale che verrebbe uccisa.

Però le vegane abortiscono, in quel caso l’embrione o il feto è solo un grumo di cellule, non è un potenziale uomo, non è vita animale uccisa…

Charlie, Iceberg, Vegani
Charlie, Iceberg, Vegani

Scriveva bene Chesterton:

“La cosa più saggia del mondo è gridare prima del danno. Gridare dopo che il danno è avvenuto non serve a nulla, specie se il danno è una ferita mortale. Gli storici seri sanno che molte tirannidi sono state possibili perché gli uomini si sono mossi troppo tardi. Spesso è essenziale opporsi a una tirannide prima che essa prenda corpo. Dire, con vago ottimismo, che il pericolo è solo nell’aria, non è una risposta. Un colpo d’accetta si può parare soltanto mentre l’accetta è ancora in aria” 

G.K. Chesterton, da Eugenetica e altri malanni