Dio creò l’uomo a sua immagine; li creò maschio e femmina. 

26 Poi Dio disse: «Facciamo l’uomo a nostra immagine, conforme alla nostra somiglianza, e abbiano dominio sui pesci del mare, sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutta la terra e su tutti i rettili che strisciano sulla terra». 

27 Dio creò l’uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina. 

28 Dio li benedisse; e Dio disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi;…

(Genesi 1)

Dio creò l’uomo a sua immagine; li creò maschio e femmina. 
Dio creò l’uomo a sua immagine; li creò maschio e femmina.

Dio creò l’uomo.

La creatura umana da Dio deriva ed a Dio tutto renderà.

Dio creò l’uomo (singolare); maschio e femmina li creò (plurale).

La diversità sessuale è parte costitutiva della creatura umana.

La diversità sessuale, maschio e femmina, è naturale, non culturale.

Il genere, maschile o femminile, è naturale, non culturale.

La pretesa della cultura umana di creare dal nulla tanti generi diversi è per l’appunto una pretesa. Non ha nulla di culturale. Generi diversi dal maschile e femminile creati da Dio non esistono.

Allo stesso modo è una pretesa frutto del peccato e dell’orgoglio umano quella di dire che un uomo possa essere ordinato ad un altro uomo o una donna possa essere ordinata ad un’altra donna.

Una pretesa che la nostra società considera legittima, ma che non ha proprio nulla di naturale per la creatura umana.

La Parola di Dio non ne parla molto di omosessualità proprio perchè il pensiero di Dio è chiaro fin dal momento della creazione. E quelle poche volte che ne parla è chiarissima a riguardo, per tutti, tranne coloro che fanno finta di non capire, o ne distorcono i significati a loro vantaggio. Ci sono sempre stati i demoni vestiti da angeli di luce, non mancheranno fino alla fine dei tempi.

Detto ciò, sempre in virtù di quanto mi insegna la Parola di Dio, non ho mai discriminato un omosessuale nei rapporti personali o di lavoro, in chiesa o a scuola, nè ho mai approvato comportamenti omofobi; perchè non ritengo giusti i comportamenti violenti in sè, e perchè la fede cristiana mi insegna a non ricercare mai la vendetta e ad affidarmi al Solo Giusto Giudice.

Ma certo non approverei, che si insegnasse a mia figlia il contrario della Verità che è contenuta nella Parola di Dio. E per la mia responsabilità genitoriale nei suoi confronti, se ciò accadesse (per fortuna finora no), provvederei a correggere gli errori di quanto le fosse eventualmente insegnato a scuola o nella società.

Poi toccherà alla sua coscienza assumere un orientamento a proposito di questa come di ogni altra questione.