Egli comanda con autorità agli spiriti immondi

Egli comanda con autorità agli spiriti immondi

La Parola

21 Poi entrarono in Capernaum, e subito, in giorno di sabato, egli entrò nella sinagoga e insegnava. 22 E la gente stupiva della sua dottrina perché egli li ammaestrava come uno che ha autorità e non come gli scribi. 23 Ora nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito immondo, il quale si mise a gridare, 24 dicendo: «Che vi è fra noi e te, Gesù Nazareno? Sei tu venuto per distruggerci? Io so chi tu sei: Il Santo di Dio». 25 Ma Gesù lo sgridò, dicendo: «Ammutolisci ed esci da costui!». 26 E lo spirito immondo, straziandolo e mandando un gran grido, uscì da lui.

27 E tutti furono sbalorditi, tanto che si domandavano fra loro dicendo: «Che è mai questo? Quale nuova dottrina è mai questa? Egli comanda con autorità persino agli spiriti immondi, ed essi gli ubbidiscono». 28 E la sua fama si diffuse subito per tutta la regione intorno alla Galilea.

(Marco 1)

Egli comanda con autorità agli spiriti immondi
Egli comanda con autorità agli spiriti immondi

Il commento

Egli comanda con autorità persino agli spiriti immondi, ed essi gli ubbidiscono. E tutti, commenta Marco, furono sbalorditi.

Oggi come allora egli comanda con autorità persino agli spiriti immondi, ed essi gli ubbidiscono, oggi come allora affidarsi alla assoluta Verità della Sua Parola è l’unica via per sconfiggere i multiformi spiriti che infestano la vita dell’uomo.

Pieghiamo il capo, pieghiamo la nostra volontà al dettato dell’unica Parola di salvezza, e saremo guariti da ogni nostro peccato. Fuori dalla Parola del Cristo non vi è salvezza e non vi è vera sapienza. Potrà esserci un barlume di saggezza umana, potrà esservi ragionevolezza apparente, potrà esservi speranza, ma essa prima o poi si rivelerà falsa, riposta in qualche altro uomo, o in dottrine e filosofie di questo mondo, la cui luce si spegnerà come quella di un cerino.

Egli comanda con autorità persino agli spiriti immondi, ed essi gli ubbidiscono. Obbediamogli. Il resto sono solo parole umane.

E non ci stanchiamo mai di annunciare, giorno per giorno, ora per ora, minuto per minuto la Parola dell’Eterno. Il prinicpe di questo mondo infatti ha solo il potere che noi stessi gli lasciamo prendere sulle anime nostre.

Ma noi siamo di Cristo, e Cristo è di Dio!

Ricordiamoci questo, oggi, ricordando anche il fratello pastore Remo Cristallo e la sua testimonianza cristiana. Egli era ed è di Cristo, egli era ed è di Dio, per Dio, ed ora è con Lui, nelle sue amorevoli braccia.

Tante volte il pastore le avrà aperte, aprendo la Scrittura, aprendosi all’azione del Cristo perchè lo facesse anche chi, ascoltando lui, si apriva all’azione di Qualcuno infinitamente più grande di lui.

Noi siamo di Cristo e Cristo è di Dio.

Affidiamoci alla Parola di Dio,
e ricacciamo gli spiriti immondi
dalle nostre vite!

Amen.